Infermiere : diario di viaggio in uk - part 1

Londra - data stellare 214.31.2015


Sono partito oggi per il Regno Unito, un mix di emozioni che ha pervaso la mia mente, ero curioso ed allo stesso tempo malinconico in quanto lascio la mia adorata Roma e tutti i suoi Monumenti a me cari...


"Sono cresciuto sotto al Vaticano...potete capirmi..."


Prima ho salutato mia madre e non vi dico che sofferenza interiore vederla malinconica, ma felice per me, poi mio padre con un caro amico di famiglia mi hanno accompagnato letteralmente al gate di partenza..e li da uomini duri, ci siamo salutati con la pacca sulla spalla e bacio volante sulla guancia.


Entro sull'aereomobile della British, e qui inizia il mio ascolto esclusivamente in Inglese..riesco a carpire alcune parole e cerco di dare un senso a quella frase detta veloce e con un classico accento Londinese.


Stranamente trovo il mio posto occupato, e penso tra me e me <ma questi non sono quelli precisini?>..vabè ci sarà pure qualche pecora nera in UK noooo??

Vengo fatto accomodare al mio posto e vicino a me si piazza l'unico indiano obeso che occupa anche il mio spazio personale...( non è che io sia un grissino..) però lui gli dava giù di brutto!

intanto controllo il mio bagaglio a mano e non sono sicuro se ho dimenticato qualcosa, ma questo lo vedremo più tardi.

FINALMENTE il decollo, il sogno di trovare un lavoro ed una stabilità economica è in aria insieme all'AIRBUS,... speriamo che i piloti siano all'altezza...

 

Durante il viaggio faccio un po di cose...guardo lo spezzone di un film scaricato a casa, ascolto musica e,  la cosa che mi diverte di più, è dare una forma alle nuvole o agli appezzamenti di terreno a me sottostanti...o creato certe figure mitologiche di ultima generazione,bambini con la faccia da pecora, maiali con due zampe e chi più ne ha più ne metta, sembravo un pargoletto di quattro anni..hihihi...

dal mio oblo'

dopo due ore e mezza di volo, finalmente atterro a Londra, e non vedo l'ora di scendere dall'aereo e guardarmi intorno, tutto ad un tratto vedo un scintillio, è una bellissima donna Indiana con indosso il vestito caratteristico, devo dire molto affascinante, tutti la guardavamo anche con un pò di imbarazzo in quanto vicino c'era il marito, ma era difficile levarle lo sguardo, allora facevo finta di stare al telefono e di scrivere messaggi a caso.

 

BAM!! ...ora riaffiora il pensiero di essermi scordato qualcosa!!!... frugo nel mio borsellino e dopo un tre minuti di PANICO vero, trovo il mio passaporto elettronico che mi permette di scavalcare una lunga fila...vi consiglio di farlo al più presto per chi non avesse provveduto.

 

All'uscita trovo il mio autista con scritto il mio nome ( storpiato ) su un foglio di carta, mi presento, e lui inizia una serie di domande in slang inglese ed ovviamente faccio finta di aver capito, porgo un bel sorriso e cambio discorso, anche perchè non avevo afferrato proprio nulla!!...dopo quindici minuti arriviamo in clinica e l'accoglienza e paradisiaca..in quanto mi apre la porta un Angelo biondo con un visino proprio carino, ed eccola lì, mi sono già innamorato, sarà l'aria diversa e le endorfine che attraversano ogni mia molecola neuronale.

 

Arriva la manager del piano che mi accoglie con un cappuccino appena fatto e io di certo non rifiuto e me lo sparo alla grande,( solo che la prima sorsata era LAVA INCANDESCENTE...FANTOZZIANA..stavo per sputare tutto ma ho resistito) nel mentre, iniziamo a conoscerci ed a presentarci.

 

Finito il cappuccio iniziamo il tour e mi espone tutte le regole della casa ed io non faccio altro che annuire...dopo un pò di chiacchiere finalmente rimango in stanza ed approfitto per una bella doccia rigenerante, cena e poi eccomi qui a scrivere per voi...giornata intensa..e ricca di novità, mi sento stanco e avverto il sonno..preparo il piumone che qui la sera fa freschino...quindi vi saluto con affetto ed al prossimo Diario di Bordo...

Capitano Infermiere : Gianluca KIRK Rossi

 

...Adoro Star Trek..l'avevate capito??

Diario seconda parte

Scrivi commento

Commenti: 2
  • #1

    rossi.gianluca2@gmail.com (giovedì, 20 agosto 2015 10:20)

    Gianluca
    mi hai fatto fare un sacco di risate, aspetto con ansia il seguito.
    molto divertente e in bocca al lupo per il tuo inglese. Un abbraccio Sergio

  • #2

    Gianluca (lunedì, 24 agosto 2015 23:43)

    Grazie PROOFF