perchè umidificare l'ossigeno con occhialini nasali

L’ ossigeno è un gas secco, quindi, una somministrazione “secca” prolungata può determinare:

  • irritazioni o danni alla mucosa orale o nasofaringea
  • ostacolo ad una adeguata eliminazione di secrezioni polmonari

importante aggiungere umidità anche in : Intubazione Endotracheale e Tracheostomia.

 

L’Ossigeno si somministra “sempre”  UMIDIFICATO.

Il flusso massimo è di circa 6 l /min con Occhialini Nasali

 

Per la umidificazione dell’ossigeno si utilizzano umidificatori cilindrici, con livelli Min. e Max, contenenti acqua bi-distillata sterile.

 

IN CASO DI EMERGENZA L’INFERMIERE PUO’ SOMMINISTRARE FINO AD UN

 

MASSIMO DI 3 (TRE) LITRI/MINUTO PRIMA DELL’ARRIVO DEL MEDICO

 

COMPLICAZIONI

  • Depressione ventilatoria
  • Atelectasia (Mancata distensione di un organo)
  • Lesioni ciliari - vedi il clinical review
  • Infezioni
  • Lesioni della retina neonati

 

alcuni studi ci spiegano il perchè

Nuova tipologia di miscelatore

 

Principio della terapia ad alto flusso con cannula nasale di ossigeno.

 

Fonte Pubmed <<

 

Clinical review

 

Una biopsia della mucosa nasale, ha evidenziato Metaplasia e cheratinizzazione della mucosa respiratoria nasale in un paziente senza umidificazione durante la ventilazione non invasiva.

Fonte Pubmed <<

 

 

Nella maschera di VENTURI non è necessario umidificare, in quanto l'aria esterna umidificata rimane intrappolata, lo possiamo anche capire dai due fori laterali presenti nella stessa.

British Medical Journal <<

 

L'umidificazione rimane ancora un importante argomento di ricerca e approfondimento, utile in nuove ricerche ed idee per tesi di laurea, sia a livello medico che infermieristico.

Scrivi commento

Commenti: 0