gastroscopia - EGDS

Per gastroscopia o EGDS: Esofago-Gastro-Duodeno-Scopia si intende l'analisi del lume dell'esofago, dello stomaco e del duodeno (il tratto iniziale dell'intestino tenue) attraverso un apposito strumento, il gastroscopio (una piccola sonda).

 

L'esame viene effettuato su pazienti a digiuno da almeno dieci-dodici ore, il cui ultimo pasto sia stato essenzialmente a base di liquidi.

 

Controindicazioni

 

L'esame è invasivo, ma sicuro e con una bassissima incidenza di complicanze (0,05% di morbilità, e meno di 0,006% di mortalità); come tutti gli esami clinici invasivi deve essere accettato dal paziente (tramite consenso informato) per essere eseguito.

 

La sua durata di esecuzione è breve (pochi minuti) e non è doloroso, anche se il naturale riflesso deglutitorio può portare a successive, leggere, irritazioni faringee; più frequentemente può causare fastidio, con nausea e conati di vomito a vuoto, significativamente riducibili previa una leggera sedazione (con benzodiazepine) e l'applicazione di anestetici topici in orofaringe (Xilocaina).

  • Assolute: sospetto perforazioni,pz clinicamenti instabili,IMA recente(< 3 settimane),rifiuto del pz
  • Relative: terapia anticoagulante in atto, diverticoli esofagei,pregressa chirurgia della testa e del collo

 

Indicazioni

  • Lo strumento è fornito di una piccola telecamera, chiamata gastroscopio che consente al medico di localizzare eventuali malattie, fra le più comuni che vengono diagnosticate si trovano:
  • Ernia Iatale
  • Esofagite
  • Ulcera Duodenale
  • Gastrite
  • Gastroduodenite

Preparazione alla Gastroscopia

  • Evitare di assumere nei dieci giorni che precedono l’esame antiaggreganti e antiinfiammatori
  • Cena leggera la sera prima dell’esame
  • A colazione assumere thè e fette biscottate prima delle ore otto se l’esame è nel pomeriggio e a pranzo un po’ d’acqua zuccherata mentre digiuno se è al mattino
  • Dopo l’esame anche in sedazione profonda sarà possibile tornare a casa

COMPLICAZIONI

  • Polmonari:
    • 1)depressione respiratoria (benzodiazepine)
    • 2)spasmo della glottide(intubazione)
    • 3)polmonite ab-ingestis (anestesia faringea)
  • Cardiaci:
    • 1)aritmie benigne minori
    • 2)TV ( tachicardia ventricolare )
    • 3)arresto cardiaco
  • Infettivi:
    • 1)HCV
    • 2)Helicobacter Pylori
  • Perforazioni
  • Emorragie:
    • 1)lesioni preesistenti (varici esofagee etc)
    • 2)manovre dell’operatore (biopsie)

 

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0