EPIDERMIDE ANATOMIA

EPIDERMIDE:

Struttura altamente funzionale caratterizzata dalla presenza di più strati a formare un EPITELIO PAVIMENTOSO PLURISTRATIFICATO SQUAMOSO o CHERATINIZZATO: si tratta di un epitelio caratterizzato dalla presenza di cellule cheratinizzate; la cheratina è una proteina dura caratterizzata dalla presenza di una grande quantità di ponti solfuro.

Le cheratine si trovano anche nelle zone più alte dell'apparato digerente (bocca) per proteggerlo da stress di tipo meccanico (in alcuni animali arrivano fino all'esofago). I citotipi presenti sono molti, ma in particolare si ricordano:

  • CHERATINOCITI: sono le cellule coinvolte nella citomorfosi cornea, il processo che porta alla formazione di una lamella cornea a partire da una cellula staminale adulta e che fornisce il materiale necessario alla protezione meccanica del corpo.
  • MELANOCITI: producono melanina.
  • CELLULE DI LANGHERANS: si tratta di cellule del sistema immunitario, svolgono un ruolo macrofagico e di APC.
  • CELLULE DI MERKEL: si tratta di meccano-recettori tipici dell'epidermide che generalmente si presentano associati nel disco tattile di pinkus.

i cheratinociti subiscono un processo di trasformazione graduale che si esemplifica a livello dell'epidermide in una serie di strati diversi:

  • STRATO BASALE: gli elementi sono di forma chiaramente cubica (prismatici) dotati di tonofilamenti e tonofibrille; il processo di mitosi che si svolge in questo strato è simile a quello che si svolge nei tubuli seminiferi del didimo: per mitosi si producono due cellule una delle quali diverrà lamella cornea muovendosi verso la superficie, mentre l'altra resterà in loco per dare vita in futuro ad altre cellule.
  • STRATO SPINOSO: si tratta di uno strato composto di 5 file cellulari; le cellule sono caratterizzare da una forma tondeggiante spinosa (data dalla disidratazione del campione e dalla presenza di desmosomi) e tendono ad appiattirsi. In questo strato le cellule sono ancora completamente funzionanti.
  • STRATO GRANULOSO: uno strato composto di 3 o 4 file cellulari; comincia a questo
  • livello la degenerazione cellulare: le cellule cominciano a perdere la loro funzionalità
  • e si riempiono di granuli detti granuli di CHERATINO-IALINA.
  • STRATO LUCIDO: non sempre presente, è formato di 2 o 3 strati cellulari, le cellule sono caratterizzate dalla presenza di un'altra proteina: l'ELEIDINA.
  • STRATO CORNEO: costituito di vere e proprie lamelle cornee, non è più presente il nucleo, si tratta di semplici lamelle dure piene di cheratina; si riscontra la presenza di due strati:
    • STRATO PROFONDO COMPATTO.
    • STRATO SUPERFICIALE DISGIUNTO caratterizzato da un fenomeno di sfogliamento conseguente a stress di tipo soprattutto meccanico.

I citotipi presenti assieme ai chratinociti hanno funzioni varie e molto particolari; fra le cellule più particolari presenti sicuramente sono da ricordare i melanociti: si tratta di cellule di forma tentacolare che secernono tramite secrezione citocrina un pigmento che:

  • viene prodotto all'interno della cellula in una struttura detta MELANOSOMA, per trasformazione della tirosina grazie all'enzima tirosinasi (reazione molto simile a quella di formazione di alcuni neurotrasmettitori).
  • Viene secreto fuori dalla cellula tramite il distacco di parti di citoplasma.
  • Viene endocitato dai cheratinociti che lo conservano all'interno della loro struttura cellulare. La melanina è un PIGMENTO PROTETTIVO per le cellule rispetto ai danni provocati da raggi UV.

Scrivi commento

Commenti: 0