lezione sui batteri

Si tratta degli organismi unicellulari più comuni in natura, tali cellule sono caratterizzate da forme diverse, possiamo dire che morfologicamente distinguiamo:

  • COCCHI cellule sferiche.
  • BASTONCINI.
  • SPIRILLI spiraliformi rigidi.
  • SPIROCHETE dalla forma a spirale ma flessibili.

Cocchi e Bastoncini sono i batteri più diffusi, le Spirochete e gli Spirilli sono molto meno presenti. Esistono in ogni caso numerose diverse categorie morfologiche più o meno comuni che, a livello di dimensioni, possono essere molto differenti.

 

DIFFERENZE TRA CELLULE PROCARIOTICHE (batteri) E CELLULE EUCARIOTICHE:

 

Un antibiotico è una sostanza capace di uccidere il batterio senza ledere al paziente e alle cellule del suo organismo, la possibilità di agire in questo modo è legata alla differenza morfologica e fisiologica tra le cellule PRO ed EU -CARIOTICHE; ricordiamo in particolare che:

 

UNA CELLULA PROCARIOTICA:

  • presenta nucleo non definito e un unico cromosoma.
  • ha una membrana citoplasmatica rivestita da una PARETE CELLULARE; in realtà fanno eccezione i MICOPLASMI che non presentano tale parete.
  • il DNA spesso è organizzato in plasmidi.
  • Presentano RIBOSOMI 70s che si collocano nel citoplasma.

CELLULA EUCARIOTICA:

  • ha un nucleo ben definito contenente diversi cromosomi.
  • ha una membrana citoplasmatica che rappresenta il limite tra la cellula e l'ambiente esterno.
  • il DNA si colloca in organelli interni alla cellula.
  • Presentano RIBOSOMI 80s che si collocano associati al reticolo endoplasmatico.

LE DIFFERENZE tra i due tipi di cellule sono alla base della funzionalità selettiva dei farmaci:

  • LA STRUTTURA ESTERNA dei due tipi di cellule presenta delle differenze la cui presenza è alla base della capacità di attacco da parte di molecole antibiotiche.
  • LA STREPTOMICINA, il secondo antibiotico utilizzato, attacca i ribosomi batterici impedendo la sintesi proteica.

LA STRUTTURA DEL BATTERIO:

 

i batteri strutturalmente si possono dividere in GRAM POSITIVI E GRAM NEGATIVI sulla base di alcune differenze strutturali fondamentali, in linea generale possiamo dire che i batteri sono isolati dall'ambiente esterno per la presenza di:

  • membrana plasmatica rivestita di:
    • parete cellulare al di fuori della quale si può trovare
    • una capsula batterica.
  • un batterio può presentare inoltre:
    • fibrie o pili.
    • flagelli.
  • all'interno della cellula si colloca il cromosoma circolare del batterio immerso nel citoplasma.

possiamo individuare tra le strutture che caratterizzano il batterio alcune componenti FONDAMENTALI e alcune componenti FACOLTATIVE dove le prime sono i bersagli tipici degli antibiotici.

 

Le COMPONENTI ESSENZIALI sono:

  • la parete cellulare (caratteristica del batterio ma non dei micoplasmi).
  • la membrana plasmatica.
  • il citoplasma, che deve essere isolato.
  • area nucleare, che interessa in particolare antibiotici che agiscono sul DNA del batterio.

COMPONENTI FACOLTATIVE:

  • la capsula batterica: si tratta di una componente facoltativa, alcuni batteri, quindi, non la presentano; si tratta in ogni caso di una componente molto significativa: la presenza della capsula da al batterio una notevole capacità di adesione, tale struttura presenta inoltre una elevata attività antifagocitica.
  • FLAGELLI.
  • RIBOSOMI.
  • le FIMBRIE: sono essenziali soprattutto per la ADESIONE ALLE MUCOSE DELL'ORGANISMO OSPITE
  • PLASMIDI che sono dei segmenti di DNA circolari.
  • le INCLUSIONI.

Fonte:  ebook Giordano Perin 

Scrivi commento

Commenti: 0