Tessuto connettivo - anatomia

Si ricorda che sono necessari l'acquisto del libro e dell'atlante per capire bene la materia.

Il corpo umano e gli organi che lo compongono sono sostenuti e tenuti assieme da tessuti tradizionalmente denominati connettivi.

 

Tale nome implica un ruolo essenzialmente strutturale, di sostegno, ma la continua acquisizione di nuove conoscenze riguardo a questi tessuti ha chiarito che la loro funzione va ben oltre quella di impalcatura di sostegno.

 

Pertanto appare oggi più logico indicare questi tessuti con il nome di tessuti di supporto o a funzione trofo-meccanica, tenendo presente che essi intervengono dinamicamente in molte se non tutte le funzioni dei tessuti adiacenti.

 

Essi inoltre partecipano ai meccanismi di difesa dell'organismo e assicurano gli scambi nutritizi a favore di tessuti che non sono vascolarizzati come i tessuti epiteliali.

 

I tessuti connettivi o di supporto possone essere classificati:

  • Tessuti connettivi propriamente detti: tessuto connettivo mucoso, tessuto connettivo fibrillare lasso, tessuto connettivo fibrillare denso,tessuto connettivo elastico e tessuto adiposo.
  • Tessuti di sostegno: tessuto cartilagineo e tessuto osseo.
  • Tessuti a funzione trofica: sangue e linfa.

 

I tessuti connettivi sono formati da due componenti:

 

 

una popolazione cellulare più o meno eterogenea costituita, sia da cellule che risiedono sempre nei tessuti connettivi sia da cellule che in questi tessuti migrano per svolgervi le proprie funzioni, e una matrice extracellulare costituita da una componente amorfa o sostanza fondamentale e da fibrille.

 

Le proporzioni relative di ciascuna di queste due componenti variano secondo il tipo di tessuto connettivo.

 

Fonte : Anatomia dell'uomo - CE, Edi.Ermes - Acquista il libro

Download
Tessuto connettivo
Cellule fisse
fibroblasti, condroblasti, osteoblasti, odontoblasti e cementociti, adipociti, reticolociti, cellule endoteliali e cellule mesoteliali.
Tessuto Connettivo.pdf
Documento Adobe Acrobat 2.4 MB