Principi di ventilazione meccanica

In sala operatoria si impiega frequentemente la ventilazione meccanica in volume controllato, questa metodica è caratterizzata dal fatto che l'attività ventilatoria del paziente è abolita completamente.

IMPOSTARE I PARAMETRI

  1. La frazione inspirata di ossigeno FiO2 deve essere tale da garantire una saturazione dell'emoglobina >95% e una PaO2 > 100mmHg, è possibile anche comporre le miscele di gas inspiratorio O2/aria/N2O, il tipo e la concentrazione di anestetico.
  2. Il volume corrente  (tidal volume) è il volume che ad ogni atto respiratorio viene insufflato. Questo comprende una quota destinata alla ventilazione alveolare e una quota destinata ad occupare lo spazio morto. Quest'ultimo non partecipa agli scambi gassosi ma occupa le vie aree conduttive. Attualmente si imposta un volume corrente con valori tra 6-8 ml/kg/per atto.
  3. La Frequenza respiratoria è il numero degli atti respiratori compiuti al minuto, compresa tra 8-14 negli adulti, 18-20 nei bambini.


PEEP : Pressione positiva di fine espirazione (positive end expiratory pressure), è la condizione in cui la pressione nelle vie respiratorie è maggiore della pressione atmosferica durante tutto il ciclo respiratorio, favorisce la ri-espansione degli alveoli collassati.


La PEEP presenta alcuni svantaggi, proporzionali al suo valore, infatti diminuisce la Gittata Cardiaca a causa della riduzione del ritorno venoso al cuore.