FISTOLE - Lezione

Per fistola si intende la comunicazione anomala tra due superfici epiteliali.

Le fistole sono un problema frequente nella chirurgia gastrointestinale e si associano a tassi di morbilità e mortalità elevati.

 

Fistole del tratto digestivo possono formarsi con la cute (fistola enterocutanea), con un altro tratto dell’apparato digerente (fistola entero-enterica), con il tratto urinario (fistola entero-vescicale) o con il tratto genitale (fistola entero-vaginale).

 

Sebbene la gestione perioperatoria ed il supporto nutrizionale siano progrediti la mortalità legata all’insorgenza di fistole rimane alta con un range che varia dal 15 al 30%.

 

Le cause di fistola sono numerose e l’intervento chirurgico rimane la causa più comune di fistolizzazione intestinale a causa di perdita dell’anastomosi o di lesioni intestinali non viste.

 

Le enterotomie accidentali sono infatti la causa del 10% di fistole ed il 40% delle fistole che si verificano dopo intervento è dovuto a perdite anastomotiche.

 

Il persistere di una fistola può essere secondaria a fattori addizionali che possono essere ricordati con l’acronimo FRIEND: foreign body (corpo estraneo), radiation therapy (radioterapia), infection (infezione), epithelialization (epitelizzazione), neoplasm (neoplasia) e distal obstruction (ostruzione distale).