EPARINA - ANTICOAGULANTI

COME FUNZIONA E PERCHE'

L'EPARINA è un anticoagulante iniettabile ad azione rapida, che spesso si usa in acuto per interferire con la formazione dei trombi. L'eparina è normalmente presente come macromolecola complessata con l'istamina nei mastociti, dove il suo ruolo fisiologico non è conosciuto.

 

Quella in commercio si estrae dall'intestino dei suini o dal polmone dei bovini.

 

MECCANISMO D'AZIONE:

 

Questo farmaco agisce a livello di numerosi bersagli molecolari, ma il suo effetto anticoagulante deriva dal legame all'antitrombina III con una conseguente rapida inattivazione dei fattori della coagulazione, come, tra i più importanti, la Trombina.

 

In presenza di eparina, l'antitrombina III subisce una modificazione conformazionale che permette all'antitrombina di combinarsi rapidamente con la trombina e di inibire quella circolante e il Fattore Xa. 

 

L'EPARINA e le low-molecular-weight heparin (LMWH) limitano l'espansione dei trombi attraverso l'inibizione della formazione di fibrina, questo è il farmaco ideale per il trattamento della TVP ( di seguito una Slide ), soprattutto per pazienti di chirurgia elettiva. L'eparina ha il vantaggio di un inizio di azione immediato , che termina rapidamente dopo l'interruzione della terapia.

 

La principale complicanza dell'eparina è l'emmorragia. Per ridurre al minimo questo problema è necessario un costante controllo dell'INR ( tempo di sanguinamento ), il farmaco che può contrastare l'emorragia è la PROTAMINA SOLFATO, inattivando l'eparina.


1a) " Altra complicanza può essere la Trombocitopenia indotta da eparina, una trombocitopenia può essere espressione di una ridotta produzione piastrinica, di sequestro splenico, di aumentata distruzione, utilizzazione o diluizione piastrinica" .

1a ) Fonte :  MSD-ITALIA

 


Download
TVP - Trombosi Venosa Profonda
Lezione
Trombosi_venosa_profonda.pdf
Documento Adobe Acrobat 110.7 KB