fibrillazione  atriale

Ritmo atriale caotico che trae origine da un qualsiasi punto degli altri e determina contrazioni atriali non coordinate ed una risposta ventricolare classicamente irregolare.

diagnosi   all'Ecg

  • Onde P non riconoscibili
  • Le onde P sono sostituite da onde fibrillatorie con frequenza atriale tra 400-650 bpm, ondulazioni dell'isoelettrica con aspetto grossolano o minuto.
  • Le onde F si vedono meglio in V1-V2-V3-aVF
  • Intervallo RR irregolare
  • QRS stretti

terapia in emergenza

in presenza di instabilità emodinamica e/o segni e sintomi di insuff. coronarica acuta

  • eparinizzazione immediata del pz--> eparina sodica ev 5000U in bolo
  • cardioversione elettrica--> da 100 a 360J (previa sedazione)

in presenza di stabilità emodinamica

  • eparinizzazione del Pz--> eparina di basso peso molecolare, enoxaparina 2000U sc.
  • Digossina: 0,25 mg ev ogni 6 ore sino ad un totale di 1mg/24h
  • Diltiazem: 10mg in 2 min, seguiti da infusione di 10mg/h
  • Verapamil: 5-10 mg ev

Beta-Bloccanti

  • Esmololo: 500 mg/Kg in 1 min in bolo, seguito da infusione di 50mg/Kg/min


Conseguenza di FA in alcune patologie:

  • Sindrome coronarica acuta
  • Insuff. respiratoria acuta
  • Crisi ipertensiva
  • Disturbi elettrolitici
  • Acidosi severa
  • Ipertiroidismo
  • Intossicazione acuta