RILEVAZIONE DEL POLSO

Polso : è il termine usato per descrivere la frequenza, il ritmo ed la forza del battito cardiaco rilevabile in zone centrali o periferiche.

 

Esso è l'espressione di un'onda sanguigna, sfigmica, creata dalla contrazione del ventricolo sinistro del cuore. Generalmente l'onda sfigmica rappresenta il volume di eiezione espulso ad ogni contrazione cardiaca ed  è funzione della capacità di adattamento o compliance delle arterie.

 

La compliance delle arterie rappresenta la distensibilità delle stesse. La frequenza del polso si esprime in battiti al minuto (BPM). In una persona sana.

 

SITI DI RILEVAZIONE DEL POLSO PERIFERICO

 

Il polso può essere rilevato in 9 siti : 


  • Temporale : è il polso situato sull'arteria temporale, localizzata tra l'occhio e l'attaccatura dei capelli appena al di sopra dell'osso zigomatico.
  • Carotideo : è il polso situato sull'arteria carotidea che è localizzata sul collo a lato della laringe, tra la trachea e il muscolo sternocledomastoideo.
  • Apicale : è il polso auscultato a livello dell'apice cardiaco nel quarto o quinto spazio intercostale sull'emiclaveare sinistra.
  • Brachiale : è il polso sull'arteria brachiale, localizzata sul lato interno della piega del gomito, tra muscolo bicipite e tricipite.
  • Radiale : è situato sull'arteria radiale, lungo il radio, nel lato interno del polso in prossimità del pollice (lato flessore).
  • Femorale : situato sull'arteria femorale localizzato in corrispondenza dell'inguine nel triangolo femorale.
  • Popliteo : localizzato nella fossa poplitea, dietro al ginocchio, lungo il lato esterno del tendine mediale.
  • Tibiale posteriore : situato sull'arteria posta dietro il malleolo mediale, osso interno della caviglia, nel solco tra malleolo e tendine di Achille.
  • Pedidio : situato sull'arteria dorsale  del piede, localizzato  lungo la parte superiore  del piede(dorso) lateralmente al tendine estensore dell'alluce.

- Nota per studenti

Per chi è studente alle prime esperienze, si ricorda di valutare con cura la frequenza cardiaca per almeno 1 minuto e di essere attenti al ritmo cardiaco, riferire immediatamente ad un supervisore ogni piccola anomalia senza allarmismi inutili.

Per esempio i pazienti a rischio di alterazioni del polso  come turbe cardiache, aritmie, emorragie, dolore acuto, infusioni di grandi volumi di liquidi, febbre.

 

Si ricorda che la febbre (iperpiressia), aumenta il metabolismo, quindi è richiesto più ossigeno con evidente cascata dei fattori correlati a questa richiesta.

RILEVAZIONE DEL POLSO - IMMAGINI