EMOSTASI - Lezione

L'emostasi impedisce la perdita di sangue dai vasi danneggiati


[haima, sangue + stasis, blocco] l'opposto dell'emostasi è l'emorragia.

L'emostasi si articola in tre stadi principali:

  1. Vasocostrizione 
  2. Blocco temporaneo della lesione per mezzo di un tappo piastrinico
  3. Coagulazione del sangue, cioè formazione di un coagulo che sigilla la falla fino a quando il tessuto non sia stato completamente riaparato.

Il primo stadio dell'emostasi è dato dalla costrizione immediata dei vasi danneggiati dovuta a sostanze paracrine vasocostrittrici rilasciate dall'endotelio. La vasocostrizione riduce temporaneamente il flusso  e la pressione all'interno del vaso, facilitando così  la formazione del tappo piastrinico.

 

La vasocostrizione è seguita rapidamente dal blocco meccanico della lesione per mezzo di un tappo piastrinico, le piastrine aderiscono al collagene esposto nella parete danneggiata e si attivano rilasciando citochine nell'area intorno alla lesione. 

 

Contemporaneamente, il collagene esposto ed un fattore tissutale

(miscela proteico-fosfolipidica) innescano una serie di reazioni nota come " Cascata della coagulazione" che termina con la formazione di una rete di fibre proteiche di FIBRINA che si intrecciano con il tappo piastrinico, rinforzandolo.

 

Il COAGULO quindi: è una miscela di piatrine-fibrina-globuli rossi.

Infine, quando il vaso danneggiato è stato riparato, il coagulo si retrae e lentamente si dissolve per azione del'enzima plasmina.

 

PIASTRINE

L'adesione delle piastrine al collagene è favorita dalle INTEGRINE, proteine recettrici di membrana che sono connesse al citoscheletro.

 

Il legame con il collagene attiva le piastrine che rilasciano il contenuto dei loro granuli citoplasmatici, compresa la serotonina, l'ADP e il PAF

( fattore attivante piastrinico).

 

Il PAF attiva un ciclo a retrozione positiva che porta all'attivazione di altre piastrine, esso inoltre innesca una via di segnalazione che converte fosfolipidi della membrana piastrinica in TROMBOSSANO A2.

Il trombossano e la serotonina sono dei VASOCOSTRITTORI.