GUIDA ALLA CREAZIONE DI UN PIANO ASSISTENZIALE

COME CREARE UN PIANO DI ASSISTENZA PER UNA PERSONA

Piano assistenziale

 

PASSO 1 : Eseguire l'accertamento secondo le indicazioni ricevute dal corso o dalla struttura sanitaria.

 

PASSO 2 : Fare riferimento alla ai raggruppamenti diagnostici, per le diagnosi mediche del vostro assistito, ad esempio: 

  • Diabete mellito
  • Polmonite
  • Insufficienza cardiaca

oppure per l'intervento chirurgico a cui è stato sottoposto, es:

  • Chirurgia addominale
  • Isterectomia
  • Sostituzione totale di un'articolazione

PASSO 3 : Predisporre un piano di assistenza generale per le persone allettate ricoverate in ospedale con problemi medici oppure un piano di assistenza perioperatoria generale facendo eventualmente riferimento ai piani di assistenza standard.

 

Salvare il vostro piano su un PC o Tablet così potrete:

  • Aggiungere al piano di assistenza generale i fattori di rischio ricavati dai dati raccolti con l'accertamento del vostro assistito.
  • Cancellare o revisionare obiettivi/interventi non appropriati per il vostro assistito.
  • Aggiungere ulteriori diagnosi non previste dal piano di assistenza generale, come Rischio di Complicanze

Nel PASSO 4 inizierete a personalizzare il piano di assistenza che avete predisposto in base alla raccolta di dati relativa all'accertamento del vostro assistito. INDICARE ANCHE I FATTORI DI RISCHIO!

 

PASSO 5 . Inviate tutto a info@slidetube.it, omettendo nomi e luoghi dei pazienti, cercheremo di pubblicare delle basi di piani assistenziali cercando di confluire tutte le Vostre informazioni, in modo da poter creare un modulo standardizzato in PDF.

Fonte a pag. XXIX fino al PASSO 4 :

Manuale Tascabile delle Diagnosi Infermieristiche

Casa Editrice Ambrosiana

ACQUISTA ONLINE